• Instagram

Quaternario e preistoria

Antropizzazione del Territorio Veneziano in Epoca Preistorica

 

La conoscenza delle prime fasi di antropizzazione del territorio veneziano sono note soprattutto a partire dalla prima metà degli anni 70 (prima segnalazione: S. Marsale, 1983). Anteriormente a tale data la preistoria del territorio era pressochè sconosciuta, salvo scarsi e sporadici rinvenimenti emersi in alcune isole di Venezia (Torcello, Lazzaretto Nuovo), ad Altino o durante lavori di ristrutturazione di fondaci (Fondaco dei Turchi, 1874-75), tutti riferibili all’Età dei Metalli.

Prospezioni di superficie operate da alcuni gruppi archeologici e dallo scrivente a partire dal 1975 hanno consentito il recupero di una certa quantità di materiale litico e fittile e ci permettono oggi di affermare che la frequentazione umana del nostro territorio  in epoca preistorica si è protratta con una certa continuità dalla fine del Boreale – inizio Atlantico (6500 a.C. circa, in termini di cronologia del carbonio non calibrata) fino ad epoca protostorica.

Alcune fasi culturali sono rappresentate da poche testimonianze (Eneolitico), altre sono assenti (Età del Bronzo antico e Medio) ma nonostante questo, è possibile tracciare a grandi linee un quadro abbastanza preciso sulla frequentazione umana nell’area preilagunare dal Mesolitico Antico (fase finale) in poi.

Gran parte delle segnalazioni sono state presentate in pubblicazioni nei Lavori della Società Veneziana di Scienze Naturali dal 1983 e riguardanti il territorio comunale o località prossime, eccetto due (2003 e 2007) riguardanti il Mesolitico d’alta quota (Dolomiti Agordine).

  • 1983: Nota preliminare sui ritrovamenti epipaleolitici della fascia perilagunare (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1985: Osservazioni sui foliati della fascia perilagunare (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1986: Tipologia delle industrie mesolitiche dell’area perilagunare (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1987: Gli antichi abitatori della Gronda Lagunare (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1987: Nuovi contributi alla conoscenza del Mesolitico perilagunare (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1987: Ritrovamenti mesolitici attorno alla Laguna di Venezia (Ist. Ven. Sc. Let. Arti).
  • 1987: Testimonianze storiche e ambientali nel quartiere n° 10 dalla preistoria ai nostri giorni (Comune di Venezia).
  • 1988: Il Neolitico di Tessera (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1989: Note su un ritrovamento preistorico a Campalto (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1989: Favaro Veneto: alla ricerca delle proprie origini (Comune di Venezia).
  • 1990: San Liberale: un ritrovamento di età mesolitica (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1991: Note su due ritrovamenti del Mesolitico della gronda lagunare veneziana (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1992: Osservazioni su alcuni ritrovamenti eneolitici nell’entroterra veneziano (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1995: Racconti di pietre (Ass. Cult. Terra Antica).
  • 1997: Nota preliminare su di un ritrovamento preistorico a Mestre (Provincia di Venezia). (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 1999: Paleoambiente e prima antropizzazione del territorio perilagunare (Ed. Astrea).
  • 2003: Contributi alla conoscenza del Mesolitico d’alta quota (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 2007: Recenti testimonianze di frequentazione mesolitica d’alta quota (Dolomiti agordine ed ampezzane) (Soc. Ven. Sc. Nat.).
  • 2009: Note sul popolamenti del territorio veneziano in epoca preistorica (Ass. PP. EE. Itinerari Educativi).

 

Si sta formando in seno alla Società Veneziana di Scienze Naturali un gruppo di paleoantropologia – paletnologia. I soci interessati possono contattare il referente S. Marsale (segreteria.socven@gmail.com)