M. CAZZIN, L. GHIRELLI, D. MION, F. SCARTON

    0
    69

    Completamento della cartografia della vegetazione e degli habitat della Laguna di Venezia: anni 2005-2007.

    Riassunto

    Nell’arco del biennio 2006-2007 è stata portata a conclusione la cartografia vegetazionale del sistema di barene e canneti presenti nel bacino lagunare aperto all’espansione di marea (escluse le valli da pesca e le casse di colmata A, B e D/E) della laguna di Venezia. Il lavoro è stato condotto nell’ambito dello Studio C.8.6 “Monitoraggio degli interventi morfologici” per conto del Ministero delle Infrastrutture – Magistrato alle Acque di Venezia, tramite il suo concessionario “Consorzio Venezia Nuova”, proseguendo le attività di cartografia avviate con il precedente programma di “Monitoraggio dell’Ecosistema Lagunare – MELa2” in cui era stata restituita circa il 60% della superficie barenale giacente nel bacino lagunare. Il documento cartografico complessivo risulta di notevole importanza sia per l’ampiezza dell’area indagata che per il dettaglio di indagine. La digitalizzazione è avvenuta mediante il software ArcGis 9.2 in scala 1:5.000 sulla base di riprese da satellite Ikonos (2001) e QuickBird (2003) oltrechè da immagini da volo aereo 2005 e 2006. Tra gli habitat individuati nell’intera laguna particolare estensione hanno le Steppe salate mediterranee (Codice Natura 2000: 1510, Limonietalia) con 782 ettari; la Vegetazione pioniera a Salicornia e altre specie annuali delle zone fangose e sabbiose (1310) con 655 ettari; i Prati di Spartina (1320, Spartinion maritimae) con 482 ettari; i Pascoli inondati mediterranei (1410, Juncetalia maritimi) con 347 ettari; le Praterie e fruticeti alofili mediterranei e termo-atlantici (1420, Sarcocornietea fruticosae) con 626 ettari; la Vegetazione annua delle linee di deposito marine (1210) con 80 ettari.

    Abstract

    From 2006 to 2007 it was brought to the end the vegetation mapping of saltmarshes and reedbeds occurring in the open lagoon of Venice (fish farms and “Casse di Colmata” A, B and D/E were not included). Research was conducted as part of the C.8.6 “Monitoring of morphological interventions” study, on behalf of the Magistrato alle Acque-Consorzio Venezia Nuova. The entire map resulting is of considerable importance both for the breadth of the study and for the accuracy on investigation. Digitalisation took place using ArcGis 9.x (1:5,000) on the basis of Ikonos (2001) and QuickBird (2003) images, as well as airborne images (2005 – 2006). Among the habitats of European Community importance, there were significant areas of the Mediterranean salt steppes (Nature 2000 code: 1510, Limonietalia), with 782 hectares; Salicornia and other annuals colonising mud and sand (1310), with 655 hectares; Spartina swards (1320, Spartinion maritimae), with 482 hectares; Mediterranean salt meadows (1410, Juncetalia Maritimae), with 347 hectares; Mediterranean and thermo-Atlantic halophilous scrubs (1420, Sarcocornietea fruticosae), with 626 hectares; Annual vegetation of drift lines (1210), with 80 hectares.