C. DAL MASO, D. TOMASI, G. CANIGLIA

    0
    60

    Aspetti della flora e della vegetazione dei Colli di Lumignano (Colli Berici, Vicenza).

    Key words: flora, vegetation, Berici hills

    Riassunto

    I monti della Croce e delle Pietre, che sovrastano l’abitato di Lumignano, sono due rilievi situati sul margine orientale dei colli Berici. Si tratta di luoghi assai frequentati sui quali (anni 1996 e 1997) si è condotto uno studio floristico e vegetazionale di dettaglio. La flora censita comprende 453 taxas ubgenerici tra i quali ricordiamo la presenza di Saxifraga berica e Asplenium lepidum. La vegetazione erbacea degli ambienti xerici è in parte riconducibile a un Saturejo variegatae-Brometum condensati, mentre quella degli ambienti più freschi evolve gradualmente verso un Anthoxantho-Brometum erecti. La vegetazione boschiva, pur essendo fondamentalmente riconducibile al Buglossioido purpureocaeruleo-Ostryetum carpinifoliae, a causa dell’esposizione dei versanti e della diversa profondità del suolo, presenta numerose facies, subassociazioni e forme di degradazione messe in evidenza in una tabella di sintesi.

    Abstract

    Some aspects of the flora and vegetation of Lumignano hills (Berici hills, Vicenza, North-East Italy).

    The mounts “della Croce” and “delle Pietre” are two sites standing above the Lumignano village, and located on the eastern border of  Berici hills. From 1996 to 1997 we studied both flora and vegetation of these interesting environments. The floristic list include 453 subgeneric taxa; among these, we mention the presence of Saxifraga berica and Asplenium lepidum. The grass vegetation of xeric environments has been partially ascribed to Saturejo variegatae-Brometum condensati. Diversely, the site regarding fresher environments gradually evolves towards an AnthoxanthoBrometum erecti. The woody vegetation is basically ascribable to Buglossioido purpureocaeruleoOstryetum carpinifoliae; however,  because of various  sides exposure and different  soils depth, it presents numerous facies, subassociations and different forms of degradation as reported in the herein included synthetic table.