L. BEDIN, P. TURIN, L. ANOSTINI, G. ZAGO

    0
    65

    Valutazione degli impatti ed efficacia delle misure mitigative sull’erpetofauna in un’area di cantiere nel comune di Rosolina (Rovigo)

    Riassunto

    Vengono presentati i risultati di un monitoraggio erpetologico condotto durante le fasi di can-tiere nel tratto arginale destro del fiume Adige nel Comune di Rosolina (RO). Tale intervento è finalizzato alla realizzazione di un rilevato arginale in terra di circa 2 km di lunghezza a salvaguardia del territorio retrostante. In particolare è stata valutata l’efficacia delle misure mitigative consistenti nella messa in posa di barriera antifauna interrata e del fermo lavori durante il periodo riproduttivo. Dallo studio è emersa una tendenza da parte degli anfibi a non frequentare i depositi d’acqua temporanei nelle aree di cantiere e di venire rinvenuti solo occasionalmente durante le fasi dispersive post – riproduttive mentre l’attività riproduttiva è stata garantita all’interno della zona umida interdunale. Per quanto riguarda i rettili le misure mitigative sembrano essere efficaci per i serpenti che, ad esclusione di Hierophis viridiflavus, sono maggiormente legati alla presenza dell’acqua al di fuori del cantiere, ed ininfluenti per i Lacertidi che negli anni vengono rinvenuti regolarmente all’interno del cantiere.

    Abstract

    Assessment of impacts and effectiveness of mitigative measures about erpetofauna in an yard area in the municipality of Rosolina (Rovigo – North East Italy)

    We present the results of an herpetological monitoring, conducted during the work’s phases in a construction area on the right side of Adige river’s, along his final tract, in the town of Rosolina. The construction work is finalized to the execution of an embanked soil’s elevation, about two kilometer long, to protect urbanized territory at the back. In particular, we evaluated the effectiveness of the mitigatory actions, including the positioning of a layed underground protection barrier and the stopping work during the reproductive periods. The study revealed an amphibians tendency to not attend temporary water deposits in construction sites and to be found only accidentally during post – reproductive dispersion’s phases. Reproductive activity has been guar- anteed inside damp area between the dunes. As regard reptiles, mitigatory actions seem to be effective for the snakes, which, – with the exception of Hierophis viridiflavus, – are most linked to the presence of water outside the construction area, and not relevant for lizards which are regularly discovered inside the construction area.